ecommerce_800x462

Vorresti aprire un ecommerce, ma sei spaventato in merito alla possibilità di commettere degli errori madornali durante il processo di costituzione del tuo negozio virtuale?

In effetti, anche se è vero che nel nostro Paese il commercio elettronico sta aumentando sempre più il suo ascendente, facendo la fortuna di chi abbia deciso di investirvi, è anche necessario specificare come esistano delle tecniche che ti consentiranno di non cadere in errori che potrebbero vanificare il tuo investimento.

Eccoti, quindi, gli errori che davvero dovresti evitare nel realizzare il tuo primo sito di ecommerce.

Gli errori da non commettere con un ecommerce

  1. Evitare il business plan

Il business plan è uno degli strumenti più importanti per ogni tipo di realtà commerciale, e anche per gli ecommerce.

Se è vero che il commercio elettronico può essere in parte più facile da gestire, è anche necessario sottolineare come alcuni passaggi, proprio come la redazione del business plan, non potranno essere saltati.

Non farlo potrebbe portarti a perdere il tuo tempo e, soprattutto, il tuo denaro.

  1. Non affidarti a dei professionisti

Potresti avere diverse conoscenze anche nel campo dell’informatica, ma sappi che per costruire il tuo ecommerce dovresti cercare di affidarti ad una buona web agency.

Questo perché solamente i professionisti potranno mettere a punto un sito che sia non solo bello, ma anche funzionale al raggiungimento dei tuoi scopi.

Ad esempio, tu potresti farti tentare da piattaforme che potrebbero, poi, rivelarsi non in grado di andare di pari passo rispetto ai tuoi bisogni, quindi, potresti rimpiangere la tua scelta.

  1. Non individuare una strategia

Il fatto di affidarti a dei professionisti ti consentirà anche di poter mettere a punto una strategia, soprattutto dal punto di vista del marketing.

Non potrai pensare, infatti, di gestire il tuo ecommerce a caso, senza seguire delle linee guida che ti consentiranno di sapere già quale potrebbe essere la tua prossima mossa.

Ad esempio, dovrai sapere come interfacciarti correttamente con la tua clientela, come gestire i tuoi profili social, e anche come puntare alle conversioni.

Sicuramente tu potrai essere un ottimo commerciante, ma potresti non avere specifiche conoscenze nel campo del marketing, soprattutto se legato al commercio elettronico.

E non approntare una strategia preliminare, ancora una volta, potrebbe lasciarti con i tuoi debiti e con una grande quantità di merci invendute.

  1. Non occuparti del SEO

Forse non l’hai neppure mai sentito nominare, ma il SEO, ossia l’ottimizzazione per i motori di ricerca, oggi più che mai è necessario.

Non avere una strategia legata al SEO potrebbe affossare in poco tempo anche il sito migliore del mondo, perché non apparirebbe mai tra i primi risultati di ricerca all’interno di Google.

Quindi, l’affidarti a professionisti, come accade nel caso delle web agency, ti consentirà di avere anche una strategia SEO che sarà vincente.

Questa non riguarderà solamente il tuo sito, ma anche il tuo rapporto con le tecnologie complementari, come i social network.

Infine, potresti anche esserti informato in merito al SEO di qualche anno fa, ma sappi che le cose sono molto cambiate, e negli ultimi anni anche l’ottimizzazione per i motori di ricerca è stata sottoposta a nuove regole.

  1. Non occuparti della user experience

La user experience, ancora una volta, oggi è davvero un elemento di massima importanza.

Sono gli utenti a definire se un determinato ecommerce abbia la possibilità di vivere nel futuro, oppure se questo debba chiudere.

Dovrai, quindi, curare anche l’esperienza che l’utente medio potrà avere sul tuo sito internet, dal caricamento della pagina principale, alla possibilità di navigare in modo ottimale attraverso le diverse categorie, fino alla finalizzazione dell’ordine.

Internet viene vista come un posto dove si può guadagnare tanto oppure non funziona niente, questo perché le persone non sanno come funziona. Proprio per questo è necessaria una figura di internet business specialist che permetta di fare chiarezza.