arredamenti

Attualmente moltissime persone hanno preferito un arredamento che si focalizzasse principalmente su mobili e soluzioni salva-spazio, infatti ormai non sono diventate molto rare le cucine di tipo “futuristico” cioè delle cucine che a primo acchito sembrano essere fin troppo semplicistiche, senza alcun dettaglio o particolare degno di nota, quando invece sono dei veri e propri puzzle, con diversi scompartimenti salva-spazio, dispense e quant’altro.

Ma questo non è valso solamente per ambienti come le cucine, infatti perfino le camere da letto, il soggiorno e i tutti gli altri ambienti dell’abitazione targata “anno 2019” hanno preso questo tipo di caratteristiche, i soggiorni ad esempio possono essere spaziosi, con diversi dettagli in vetro (come ad esempio librerie, scalinate, tavoli, sedie e quant’altro) insomma, nel 2019 le case “alla moda” hanno spesso utilizzato un tipo di arredamento di stampo principalmente futuristico, anche se spesso non è stata disdegnata l’arredamento incentrato sulla mobilia, oppure quello più rustico, stile che si concentra in maniera più accentuata verso ambienti di tipo più “naturale”, anche se avvolte non disdegna materiali più all’avanguardia come l’acciaio o il ferro… adesso però direi che è venuto il momento di dare uno sguardo verso il futuro, verso il 2020 per l’esattezza.

Come arredare casa nel 2020

Come ben sappiamo, il 2020 è alle porte, quindi, dopo aver visto quali stili ci ha offerto il 2019, direi che è il momento i vedere cosa ci può offrire questa annata.
Allora, inizieremo subito col dire che il 2020 è l’anno del comfort e del relax, possiamo dire che sia quasi agli antipodi con il 2019, che preferiva tenersi su uno stile più ricercato, con una quasi ossessione per gli ambienti salva-spazio, di cui abbiamo parlato poc’anzi, infatti il 2020 a livello d’arredamento vuole fare le cose in grande, con mobili alti fino al soffitto, pareti quasi vuote con magari un solo quadro o qualsiasi altro tipo di accessorio che balzi subito all’occhio, la semplicità estrema dei luoghi di relax e d’intimità, senza ovviamente disdegnare cose più “complesse” come pareti attrezzare, un mix di materiali diversi e ricercati, che però siano sempre a tema con l’ideale di “comfort e serenità”, quindi non c’è nulla di cui sorprendersi se materiali come legno, pelle, metallo, vetro e così via.

Ma per quanto riguarda i colori?

Ebbene, se il 2019 è stato l’anno dei colori tenui, il 2020 è l’anno dei colori vivaci, ma non troppo, come ad esempio il blu, il giallo o perfino l’arancio e il verde, colori che sembrano andare in contrasto con l’ideale di “comfort e relax” di cui abbiamo parlato, ma non è veramente così, infatti anche se questi sono senza dubbio colori vivaci, questi comunque non vanno in contrasto con queste due importanti ideologie, che sono l’aspetto cardine del 2020, infatti i colori vivaci insieme ad una scelta saggia di decorazioni, come lampadari, parati e così via vengono perfettamente armonizzati dalla “tinta unita” che caratterizza le abitazioni di questa meravigliosa annata.

Ogni casa infatti sembra che avrà una tematica principale che poi dovrà esprimere attraverso ogni singolo metro quadro dell’abitazione, questo tema spesso può essere un colore, uno stato d’animo o altro ancora, anche se molto spesso andrà sempre verso una direzione di tipo espansiva, con ambienti grandi e spaziosi, che daranno la priorità alle cose semplici e a tratti perfino rilassanti.

Questo è a grandi linee ciò che ci riserverà il 2020 sotto questo aspetto, anche se ovviamente, come in ogni altra cosa, le sorprese potrebbero non mancare, e chissà, potrebbero perfino sbalordirci, alla fine il concetto di arredare casa è un qualcosa di estremamente personale, che spesso riesce a trascendere il concetto di moda o perfino “annata”, l’importante secondo molti è quello di creare un ambiente che possa esser definito “casa”, e secondo molti, questi individui hanno proprio ragione.

Articolo a cura di Arredamenti Masoni