Assicurazioni mezzi aziendali consigli su come risparmiare_800x533

Il tema delle assicurazioni mezzi aziendali è molto sentito da parte dei titolari di un’attività d’impresa. La nota dolente è quella di dover identificare, tra le tante proposte di polizza, quella realmente conveniente, soprattutto in considerazione del fatto che il numero di veicoli da assicurare potrebbe essere molto elevato. Come fare per risparmiare?

 

Auto aziendale e veicolo privato: differenze assicurative

Iniziamo col dire che, tra l’assicurazione di un mezzo aziendale e quella di un veicolo tradizionale non vi sono sostanziali differenze. L’unica peculiarità rilevante consiste nel fatto che il contratto di polizza Rca viene stipulato tra compagnia assicuratrice e azienda, non singolo individuo.

In genere le assicurazioni di veicoli aziendali possono riguardare pochi mezzi come intere flotte, ma possedere le medesime scadenze assicurative. Quanto al contenuto della polizza, esso rimane invariato sia che si tratti di mezzo privato, sia che si tratti di auto aziendale: in entrambi i casi bisogna mantenere la classe di merito attribuita con una guida virtuosa.

Sotto il profilo della responsabilità va precisato che ai sensi della Legge 120/2010, il Codice della Strada impone all’azienda la registrazione sul libretto di circolazione dei dati del reale fruitore del veicolo, unitamente alla durata esatta dell’uso del mezzo. In questo modo, il datore di lavoro è tutelato dalla eventuale causazione di incidenti.

 

Come risparmiare con le assicurazioni aziendali

Per rispondere subito alla domanda su come risparmiare attraverso le polizze assicurative di mezzi aziendali, iniziamo col fornire alcuni utili consigli.
Anzitutto, è importante confrontare diversi preventivi di assicurazione con alcuni siti e preventivatori online che permettono di farlo.

In questo modo, in pochi e semplici passaggi, si può prendere visione dei termini contrattuali proposti dalle varie agenzie assicuratrici e dei costi ad essi correlati.

Noleggio a lungo termine: un modo per risparmiare

Ma per usufruire di maggiori vantaggi in termini di risparmio è possibile approdare ad altre alternative: il noleggio a lungo termine è uno di questi. Vi sono, infatti, molti mezzi noleggiabili come auto, camion e furgoncini, già coperti da assicurazione totale.

Polizza temporanea

Un’altra soluzione potrebbe essere la polizza temporanea, ideale per le aziende che non richiedono l’uso di veicoli per l’intero periodo dell’anno, ma solo per limitate mensilità. Oppure, non è da sottovalutare neanche l’assicurazione sospendibile che offre una perfetta flessibilità qualora si voglia sospendere la copertura assicurativa per almeno 30 giorni e non oltre 12 mesi. Ma non è tutto.

 

Risparmiare con le assicurazioni autocarro ad uso privato

Un altro modo interessante di assicurare un mezzo aziendale è scegliere una assicurazione per autocarro a uso privato, come spiegato qui.
Si tratta di una polizza assicurativa che viene scelta nei casi in cui si posseggono dei veicoli che
rientrano nella categoria degli autocarri, i quali non vengono utilizzati solo per scopi professionali, ma anche personali.

Molti privati che posseggono un fuoristrada, ad esempio, scelgono la polizza autocarro per soddisfare non soltanto le proprie esigenze personali di movimento, ma anche quelle professionali di trasporto merci, animali o persone. La differenza principale tra questa tipologia di polizza, rispetto alla classica per mezzi aziendali, è che questa permette di utilizzare il veicolo senza alcuna limitazione di:

  • categorie di trasporto,
  • tempi e orari d’uso,
  • soggetti abilitati alla guida,
  • coperture assicurative.

L’uso promiscuo

In altre parole, è possibile farne liberamente un uso promiscuo, sia per scopi personali che lavorativi, senza essere sottoposti alle restrizioni di una semplice polizza aziendale.

Per accedere a questa particolare formula di polizza, però, è necessario che il mezzo sia classificabile come autocarro.
Il vantaggio fiscale delle assicurazioni autocarro uso privato è molto alto: la detrazione del costo è pari al 100% rispetto alla polizza per automezzo.

Questo spinge molte aziende a scegliere questa soluzione. Inoltre, ai fini Irap, Ires e Irpes immatricolare un mezzo come autocarro è davvero conveniente, ai fini dell’Iva invece la detrazione resta ferma al 40%. Con l’avvento dei SUV le polizze autocarro uso privato sono spopolate.

I criteri per questo tipo di assicurazione

Il criterio oggettivo e sostanziale per sottoscrivere questo tipo di contratto assicurativo è legato al
rapporto tra portata del mezzo e la sua potenza, che dev’essere
uguale o più alto di 180 KiloWatt.
I mezzi che possono essere considerati autocarri devono essere immatricolati con la categoria M1 e N1, senza il codice di carrozzria F0.

Quest’ultimo, se presente, dà luogo alla categoria di falso autocarro sanzionabile con multa e ritiro patente.