Uscita fantastica, sintonia perfetta, passione travolgente e l’indomani mattina ti guardi allo specchio e noti il ricordo di quanto hai vissuto…impresso nella pelle del collo: un succhiotto. Panico? Ci sta di sì, misto ad imbarazzo. Cosa fare quindi per rimediare ed eliminare questa macchia? I rimedi ci sono, non preoccuparti.
Quel che devi innanzitutto sapere è che il succhiotto altro non è che il risultato della rottura dei vasi sanguigni e tende a scomparire da solo in un arco temporale che va da minimo 5 giorni a massimo 2 settimane. Non allarmarti, le soluzioni per accorciare questi tempi ci sono! Molto dipenderà anche dalla quantità di sangue coagulato, cioè dall’intensità con la quale la delicata pelle del collo è stata baciata e/o succhiata.

5 Soluzioni per far scomparire la macchia del succhiotto

Come promesso, vediamo ora che cosa puoi fare per nascondere fino a far quasi sparire la macchia, o le macchie, del succhiotto.

1. Applica il ghiaccio direttamente sul succhiotto
La macchia del succhiotto è data dal sangue coagulato, mentre si bacia con estremo trasporto la pelle del collo, che è molto sensibile, il sangue scorre in maniera anomala, va cioè in un’area di fuoriuscita. Per questo si forma un livido e per questo il rimedio numero 1 è il ghiaccio. Esso favorisce infatti la corretta rimozione della coagulazione e tende a normalizzare il sangue.

Come per altre ferite, è bene evitare il contatto diretto tra il cubetto di ghiaccio e la pelle, consigliamo di metterci quindi un panno, la sensazione di freddo arriverà in ogni caso. Inoltre, l’applicazione dovrebbe essere tempestiva: maggiori risultati si hanno se avviene entro 12 ore e se tieni al massimo per 20 minuti il ghiaccio. Se ti accorgi del succhiotto dopo 12 ore è preferibile evitare tempo e passare subito ai rimedi successivi.

2. Spazzolare il succhiotto
Detto così ti sembra strano, non è vero? Beh, sappi che per favorire la circolazione di nuovo sangue è utile eseguire dei movimenti circolari sul livido, cioè sul succhiotto stesso. Per farlo puoi dunque utilizzare un semplice spazzolino da denti, possibilmente dalle setole morbide. Il movimento dovrebbe partire dalla parte centrale del succhiotto e procedere verso l’esterno. Puoi anche usare del dentifricio alla menta per fare quanto appena visto, cosa che contribuisce a sfiammare. Ci sta infatti che si crei del rossore sulla zona dopo l’uso dello spazzolino, anche se in tal caso si può sempre ricorrere all’applicazione del ghiaccio.

3. Impacchi caldi
Dopo 48 ore dalla formazione del livido è possibile eseguire degli impacchi caldi che sono validi per dare un’accelerata al flusso di sangue e quindi per farlo assorbire. Sottolineiamo l’importanza di far trascorrere almeno 2 giorni, cioè 48 ore, così che i capillari sono guariti, prima di tale tempo l’impacco caldo potrebbe sortire un effetto contrario e rendere quindi più grande il livido.

  1. Indossare una sciarpa o una maglia a collo alto
    Se la stagione lo consente, ripiega su maglie a collo alto oppure sciarpe e foulard. Il collo sarà così coperto e non si vedrà niente. Se invece fa caldo e coprire con degli indumenti il collo è impossibile, puoi ricorrere ai cosmetici, in particolare al correttore. L’importante è stenderlo bene per uniformare il colore.

    5. Evita i morsi d’amore
    Sono piacevoli, senza dubbio, ma son anche difficili da mandare via. La prossima volta magari pensaci ed evita i morsi d’amore!