Molto spesso, l’esigenza di ristrutturare il bagno di casa ci coglie impreparati: specie negli immobili meno recenti, una piccola perdita o una macchia di umidità possono denunciare un guasto la cui riparazione richiede un opera di demolizione completa del bagno, dei suoi pavimenti, di vasca e piatto doccia.

L’imprevisto è motivo di grande apprensione: si tratta di una spesa improvvisa e consistente, unita al disagio di avere i muratori in casa per diverse settimane, e alla preoccupazione di cercare una sistemazione alternativa in caso il bagno risulti completamente inutilizzabile.

 In ogni caso, è bene chiarire che, se si è in affitto, si tratta di un intervento di riparazione straordinaria, che rientra nelle obbligazioni a carico del locatore dell’immobile, così come sancito dagli articoli 1571 – 1654 del Codice Civile, che trattano la locazione. Qualora l’immobile sia in un condominio, e questo risulti regolarmente assicurato, una parte dei danni potrebbe essere coperta dall’assicurazione.

Venendo al lato operativo, la prima cosa da fare in questi casi è chiudere i rubinetti generali dell’acqua, per evitare infiltrazioni ai piani sottostanti (l’acqua erogata da qualche parte verrà scaricata…), e contattare un buon idraulico.
Evitate il fai da te: gli sgorganti non sono fatti per risolvere situazioni gravi, in questi casi c’è bisogno di interventi diretti sui guasti.
Con gli strumenti offerti dalla tecnologia di oggi, come sonde, telecamere, eccetera, l’idraulico sarà in grado di individuare senza problemi l’origine della perdita, e magari a effettuare una riparazione togliendo solo qualche mattonella.

La scelta dell’impresa edile: professionalità, ma confrontate sempre i preventivi

Se invece il danno si rileva più grande, ci viene incontro la rete, che offre un’infinità di opportunità per ricevere dei preventivi per l’opera di ristrutturazione del bagno, e per acquistare ottimi materiali a prezzi concorrenziali. In un nostro precedente articolo, dedicato a come risparmiare quando si affrontano degli interventi di ristrutturazione della casa, abbiamo fatto riferimento a degli strumenti per la comparazione dei preventivi molto interessanti, che vi invitiamo ancora una volta a consultare. Affidate comunque la ristrutturazione a imprese di comprovata professionalità, che vi garantiscano una gestione dei rifiuti edili corretta e rispettosa della legge: prima di iniziare qualsiasi lavoro, controllate bene che nel preventivo sia inclusa la voce relativa allo smaltimento dei calcinacci.

Risparmiare sull’acquisto dei sanitari del bagno: acquistateli on line!

Internet offre inoltre delle ottime opportunità per quello che riguarda la scelta e l’acquisto dei nuovi sanitari del bagno. Anche qui, un’impresa edile professionale saprà indirizzarvi al meglio per la scelta dei sanitari più adatti alle caratteristiche del vostro bagno: se pensate solo al wc, i cataloghi di arredo bagno ne offrono diverse conformazioni (a terra con scarico a parete, a terra con scarico a pavimento, filo muro, sospeso, con cassetta monoblocco, eccetera) e modelli di varia misura, per la cui scelta è fondamentale la conformazione del bagno che si sta ristrutturando. Stesse considerazioni si possono fare per i bidet, i lavandini, i piatti doccia e le vasche da bagno.
Acquistare da siti e-commerce specializzati anziché da canali di grande distribuzione on line offre dei vantaggi economici agli acquirenti, in quanto i prezzi applicati non vengono appesantiti dalle commissioni che occorre riconoscere a questi grandi colossi del web.

Risparmiare su pavimenti e rivestimenti: le opportunità degli outlet

Per quello che riguarda le piastrelle, invece, va fatto un discorso a parte: spesso e volentieri i canali di vendita tradizionali offrono delle opportunità davvero vantaggiose, rappresentate dalle piastrelle di fine stock. Si tratta di prodotti di ottima qualità in offerta a prezzi molto convenienti per svuotamento magazzino. Ricordate comunque di prendere qualche piastrella in più per affrontare piccole riparazioni future. E ricordate che le piastrelle servono per proteggere le pareti dall’umidità, per cui non fermatevi a un livello troppo basso della piastrellatura: gli intonaci ve ne saranno grati!

Ultimi accorgimenti: gli impianti elettrici e l’illuminazione

Le ristrutturazioni passano necessariamente da un ammodernamento degli impianti elettrici e dei sistemi di areazione; e sono una buona opportunità per rivedere i punti luce: se non si è soddisfatti dall’illuminazione del vecchio bagno, possono essere previsti nuovi punti luce, meglio distribuiti.