Uno dei problemi più ricorrenti ai fornelli è quello di assistere alle scintille del piano cottura. Capita spesso infatti che si incanti l’accensione elettrica del piano cottura, il che produce scintille a non finire. Le prime volte, lo sappiamo, può spaventare perché magari non si ha esperienza e non si capisce con che cosa si ha a che fare, ma è un problema banale e temporaneo, facilmente risolvibile senza fare chiamate a tecnici ed assistenza.

Perché lo diciamo? Perché 9 volte su 10 il responsabile di questo scintillio continuo è l’acqua. Quando si pulisce il piano cottura occorre fare attenzione a non utilizzare una spugna impregnata eccessivamente d’acqua. Più che essere bagnata, la spugna ideale per fare le pulizie, in cucina, ma in generale anche nel resto della casa, deve essere umida. Questo perché diminuisce i tempi di asciugatura, ma anche perché, nel caso del fornello, evita che si creino scintille. E non è mica una cosa da poco se si considera che la soluzione da adottare prevede di aspettare almeno un giorno intero con la spina staccata per consentire al piano cottura di asciugarsi in misura completa! Ecco che se si doveva cuocere qualcosa sul fornello, questa possibilità svanisce…o quasi! Per cucinare non si potranno usare le manopole bensì un accendino o dei fiammiferi, cosa che sappiamo non essere così immediata. Se non si presta abbastanza attenzione ci si potrebbe bruciare!

Come abbiamo accennato, ripristinare il corretto funzionamento del piano cottura è semplice, ma non immediato. Perché oltre a dover attendere senza poter usare i fornelli, se non con accendini e/o fiammiferi, c’è anche da trovare la presa! A seconda della tipologia, cioè se si tratta di un piano cottura ad incasso o meno, occorre scovare la presa di corrente, a meno che non vi sia un apposito interruttore che serva proprio ad accendere e spegnere il tutto. Tale interruttore è chiamato ON/OFF.

Il tuo piano cottura non ha quest’interruttore? Non preoccuparti, significa che devi fare un’operazione scomoda, ma fattibile. Devi cioè svuotare i cassetti e/o l’eventuale forno se il piano cottura è posto al di sopra di esso per risalire alla presa di corrente. Il consiglio è di non rimettere le cose in ordine dal momento in cui il giorno dopo dovrai fare la stessa operazione per riattaccare la corrente, ma questa ovviamente è una scelta che spetta a te!

In alternativa, per rimuovere l’acqua in eccesso rimasta sul piano cottura si può ricorrere aduna altro rimedio casalingo, il quale prevede l’utilizzo di un asciugacapelli. Anche in questo caso si tratta di una soluzione piuttosto semplice, che richiede però molta attenzione e delicatezza. Infatti consiste nella rimozione delle varie manopole del piano cottura. Dopo che sono state tolte si aziona il phon per asciugare quelle parti. Il getto dell’aria calda deve essere diretto, ma non troppo vicino. Dopodiché, quando si è sicuri che la zona è asciugata bene, del tutto, si può procedere con l’installazione delle manopole e cucinare come sempre. Lo scintillio dovrebbe esser stato risolto!