cosa-vedere-a-lucca-e-dintorni-80_1747_786x587_800x598

La Toscana è una regione davvero ricca di bellezze uniche, e fra le sue città più affascinanti possiamo annoverare Lucca, una città medievale che nasconde un cuore autentico della Toscana in tutte le sue sfaccettature più tradizionali e più antiche. Lucca sorge sulle rive del fiume Serchio ed è circondata dalle antiche mura medievali: ospita tantissime bellezze, fra chiese antiche, torri, e un’armonia nel complesso che regala una sensazione di pace e di tranquillità uniche per chi voglia vivere la parte più antica, autentica e verace della bellissima Toscana.

Una città ospitale, calda, accogliente e per certi tratti anche misteriosa, che ospita fra le sue mille bellezze anche delle specialità gastronomiche da non perdere assolutamente.

Ma che cosa c’è da vedere a Lucca? Ecco una carrellata dei luoghi che non potete perdere in questa magnifica città medievale.

Cosa vedere a Lucca: qualche spunto

  1. La Piazza dell’anfiteatro. Per la sua armonia e la sua perfezione, possiamo definirla senza alcuna remora una delle più belle piazze di tutta Italia: venne edificata nel 1830 dall’architetto Nottolini che nella sua progettazione si ispirò, come si capisce dal nome, proprio ad un anfiteatro romano. La piazza, nella sua edificazione, ha comunque sacrificato molte costruzioni romane che si trovavano nelle sue circostanze. Completamente tonda, e mancante di grandi aperture – infatti l’ingresso in piazza avviene per mezzo di quattro porte a volta – è una tradizionale piazza chiusa che si trova nel cuore di Lucca, circondata da tradizionali ristoranti e luogo di ritrovo dei turisti.
  2. Piazza Napoleone. Se Piazza dell’anfiteatro è la principale di Lucca, Piazza Napoleone è la più grande: prende il nome dalla sorella dell’imperatore francese, ed oggi è una bellissima piazza tipica dove poter passeggiare e dove ammirare le bellezze del centro storico della città. In estate vi si tiene il Summer Festival.
  3. Le mura. Lucca è una città famosa anche per le sue bellissime mura, lunghe ben 4 km e larghe circa 30 metri. Circondano quello che era il cuore della città, e sono dei viali sospesi con una visuale privilegiata sopra la città dove poter fare sport, organizzare eventi, e semplicemente passeggiare. Le mura di Lucca sono ammirate in Italia e nel mondo perché sono l’unico esempio di mura di difesa dell’età moderna che sono arrivate, praticamente intatte, fino ai giorni nostri.
  4. Il Duomo. Nessuna visita alla città dovrebbe essere considerata completa se si manca di visitare il bellissimo ed imperdibile duomo di Lucca: si tratta di un edificio sacro dedicato a San Martino, famoso per l’asimmetria della facciata, dovuta al fatto che in fase di costruzione era presente la torre campanaria. La facciata è ispirata al Duomo di Pisa, e sul lato destro del Duomo è possibile vedere un labirinto che si ispira al mito di Teseo e che simboleggia il labirinto della vita alla ricerca della redenzione. L’interno del Duomo è a tre navate, e ospita delle bellissime opere d’arte come il Monumento Funebre di Ilaria del Carretto, di Jacopo della Quercia, ed il bellissimo crocifisso del Volto Santo che secondo la tradizione raffigura il vero volto di Cristo. Ma non c’è solo il Duomo: Lucca è nota come la città delle 100 chiese, ed ospita altri bellissimi edifici sacri come la chiesa di San Michele e quella di San Frediano.
  5. Torre delle Ore. La bellissima Lucca ospita anche la tradizionale Torre delle Ore, che è un richiamo fondamentale per gli appassionati di orologi, in quanto ospita un orologio a carica manuale e con meccanismo a vista che risale al 1754. Lucca ospitava, nel Medioevo, circa 250 torri di diversa altezza e dimensione: oggi quelle rimaste disegnano lo sky line di questa bellissima cittadina medievale. Sono da salire con i gradini e regalano una visuale spettacolare sui tetti della città.
  6. Muro di Palazzo Mansi. Questo bel Palazzo della famiglia Mansi ospita la maggiore raccolta di quadri di tutta la città, ed è assolutamente imperdibile per tutti gli amanti dell’arte.