Il lavoro dell’investigatore privato è uno dei più interessanti ed è una professione che, certamente, sconta anche una certa scarsa chiarezza riguardo alle effettive mansioni e limiti.

Quando si pensa ad un investigatore privato possono venire in mente varie figure, quasi più simili a quelle della spia che non a quelle realmente presenti nel nostro ordinamento.

Vale la pena quindi chiarire che questa figura professionale trova applicazione in un vasto campo di attività (sempre e solo lecite) e serve per tutelare principalmente i propri interessi personali, o quelli aziendali, o ancora l’incolumità di una persona (si pensi al caso di un minore).

La figura dell’investigatore privato fa riferimento, dal punto di vista della regolamentazione, al ruolo di un cittadino (quindi un civile) dotato di una licenza che mette le sue competenze ed abilità al servizio di privati e di aziende per effettuare controlli, check preventivi, Due Diligence e molto altro.

I servizi che un professionista di questo tipo può svolgere sono, quindi, i più svariati. Si può occupare, solo per fare qualche esempio, di ricerca di persone scomparse, ma anche di investigazioni aziendali, controspionaggio industriale; può occuparsi di infedeltà matrimoniale o tutelare l’incolumità di figli minori, si occupa di frodi assicurative, abuso di permessi aziendali e controllo dipendenti, e via dicendo.

Capiamo bene quindi che questa professione si può occupare di tantissime attività differenti, comunque sempre nell’interesse di un privato o di un’azienda. In tutti i casi, affidarsi ad un esperto permette di evitare errori grossolani, e di poter eventualmente, in caso di bisogno, basarsi anche sulla documentazione da lui raccolta e sulla sua deposizione anche in sede legale, laddove fosse necessario.

Andiamo alla scoperta dei molteplici compiti e servizi che un investigatore privato può effettuare.

L’investigatore privato per l’azienda

Uno dei ruoli nel quale un investigatore privato può essere più facilmente coinvolto riguarda la tutela del patrimonio aziendale, ed i controlli dei lavoratori. In questo ambito, possiamo parlare di investigatore privato sul controllo dipendenti, solo per fare un esempio.

Il professionista, nell’ambito aziendale, può occuparsi di una vasta serie di ruoli e di attività, che possiamo così esemplificare:

  • Controllo dipendenti. Uno dei compiti che un investigatore privato si trova più spesso ad effettuare consiste nell’eseguire dei controlli sui dipendenti in caso in cui il datore di lavoro abbia dei sospetti di comportamento fraudolento. La casistica delle possibilità è quasi infinita. Nella maggior parte dei casi, un investigatore privato si occupa di controllare ad esempio se i lavoratori abusano dei permessi (si pensi ai permessi familiari, a quelli della legge 104) per svolgere altre attività diverse da quelle per le quali i permessi son concessi. Oppure si può occupare di investigare sull’esistenza di un doppio lavoro di un dipendente, che sia in contrasto con la principale attività. L’investigatore privato può anche occuparsi di verificare se esiste all’interno dell’azienda una fuga di informazioni preziose, ad esempio connesse al know-how aziendale ed alle informazioni tecnologiche o operative. Si occupa anche di controlli sull’assenteismo dei dipendenti, ovviamente sempre rispettosamente di quanto prevede la normativa del lavoro e la normativa sulla privacy.
  • Controspionaggio aziendale. Sono sempre di più le aziende che rischiano di essere vittime di spionaggio aziendale, vale a dire di comportamenti fraudolenti, interni o esterni all’azienda, volti a depredare un’impresa del suo know-how tecnologico, di conoscenze che le permettono di mantenere un vantaggio sui concorrenti, di brevetti, informazioni sulla clientela e via dicendo. In questo caso l’investigatore privato si occupa di approfondire il tema per scoprire se effettivamente esista una fuga di informazioni o un furto delle stesse, per poi raccogliere evidenze utili in sede legale.
  • Storno di dipendenti, se si sospetta che questa azione illegale sia in corso da parte di un’altra azienda.
  • Assunzione di dipendenti. Un investigatore privato può tornare utile anche per effettuare un controllo preliminare rispetto all’assunzione di dipendenti, soprattutto laddove si tratti di figure manageriali di un certo livello.

Maggiori informazioni riguardo le investigazioni aziendali su investigazioniaziendali.agencyl’unico blog di settore gestito da un ex investigatore privato dipendente.

L’investigatore privato e la due diligence

Un altro settore nel quale l’investigatore privato può fornire un importante contributo è quello della Due Diligence, vale a dire quell’attività di screening e controllo sulla controparte che ogni imprenditore dovrebbe fare prima di operare acquisizioni, fusioni, ma anche di concludere importanti contratti.

In questi casi, effettuare una valutazione approfondita della controparte, sia dal punto di vista legale che reputazionale e finanziario, consente di tutelarsi in anticipo da comportamenti fraudolenti oppure da possibili problemi economici.

Conoscere bene il partner economico o contrattuale è fondamentale, ma per farlo bisogna sapere dove accedere e quali informazioni richiedere con certezza e precisione: per farlo è bene contattare un investigatore privato professionista.

Infedeltà coniugale 

Un investigatore privato può sfruttare le sue competenze ed abilità anche per scoprire se è in corso un episodio di infedeltà coniugale. In questo caso, il ruolo dell’investigatore privato è quello di raccogliere evidenze, sempre nel rispetto della legge, circa l’esistenza o meno di una relazione extra coniugale, il che può portare a conseguenze anche in ambito legale (in caso di divorzio ed affidamento dei figli).

Se si sospetta un caso di infedeltà è bene astenersi dal porre in essere comportamenti che potrebbero ledere la legge (ad esempio spiare il partner con dispositivi tecnologici) ed è bene affidarsi ad un investigatore privato professionale il quale sa raccogliere le evidenze necessarie sempre rispettando la normativa vigente ed evitando di passare dalla parte del torto.

Controllo dei minorenni 

I minorenni possono mettersi in situazioni potenzialmente pericolose, sia per loro stessi che per la loro incolumità.

I genitori sono normalmente preoccupati laddove sospettino che i figli siano finiti in un brutto giro: in un caso simile, è bene fare riferimento ad un investigatore privato che può occuparsi di controllo dei minori, ad esempio seguirli e raccogliere eventuali evidenze su comportamenti devianti o criminosi che essi pongono in essere.

Il professionista si muove in questo campo con naturalezza, ad esempio sfruttando strumenti come appostamenti e pedinamenti per tenere sotto controllo il minorenne, evitando mosse sbagliate e dettate dall’inesperienza. In questo modo, laddove risultasse un comportamento pericoloso, è possibile evidenziarlo con certezza e porre in essere le dovute conseguenze.