Fare web marketing per un’azienda non è sufficiente, per avere risultati occorre farlo bene, e di conseguenza studiarlo in modo che sia tailor-made, fatto su misura per la propria azienda. Essere presenti sul web è un primo passo, ma avere un sito – anche ben fatto – non è sufficiente come strategia di web marketing. Bisogna infatti puntare a creare una vera e propria identità online, conservarla, diffonderla e renderla sempre riconoscibile. Ovviamente per fare ciò è necessario conoscere le principali strategie di web marketing e perseguire quelle migliori rispetto alla propria attività.

Ma quale è la strategia di web marketing migliore per la tua azienda?

Innanzitutto bisogna chiarire di che cosa stiamo parlando, quando parliamo di web marketing.

Come ci racconta l’esperto SEO e web marketer Giovanni Papini di Studioweb360.it, il web marketing consiste nell’insieme di quelle strategie di marketing attuate per mezzo del web, dei social e di altri strumenti inerenti a questo universo, sempre più importante per le realtà commerciali italiane. Non esiste solo una strategia ma tante differenti, quanti sono le realtà commerciali ed economiche. Definire una strategia di web marketing significa capire il linguaggio che si vuole usare, lo stile comunicativo, definire un budget ed un piano di marketing da seguire coerentemente e costantemente nel tempo: a questo punto si può partire. Farsi trovare online oggi non è più sufficiente, bisogna definire una vera strategia che funzioni nel tempo.

Il web marketing: a che serve?

Ovviamente è necessario rispondere ad una domanda preliminare: a che cosa serve il web marketing? Il web marketing serve ad una serie di obbiettivi diversi, che hanno tutti a che vedere con l’incremento della popolarità del sito e del brand e con l’aumento dei guadagni. In particolare il web marketing si prepone di:

  • riuscire a incrementare le visite sul sito e la sua visibilità. Per fare ciò occorre ovviamente un eccellente posizionamento sui motori di ricerca: di questo si occupa l’esperto SEO, che deve studiare le parole chiave e le tecniche migliori per consentire al portale di apparire meglio e prima della concorrenza, anche su base territoriale laddove necessario. L’incremento delle visite si traduce in un aumento di potenziali clienti, e di conseguenza di potenziali vendite.
    Non esiste un solo tipo di seo, ma diverse. La SEO tecnica è quella che costruisce il sito e lo rende favorevole all’uso da parte dell’utente. La SEO nei contenuti invece studia le migliori parole chiave e la costruzione dei testi in modo da posizionare bene il sito sul motore di ricerca, ma anche di creare contenuti che siano davvero utili ed interessanti per i clienti. La SEO off site invece consiste nello studio e nella costruzione dei link in entrata per rendere il sito molto autorevole. La SEO locale consiste nell’uso delle tecniche seo per far comparire l’attività a livello locale, vale a dire a chi ha bisogno di quel bene/servizio sul territorio.
  • Il secondo punto del web marketing, infatti, è l’aumento delle vendite. Chiunque imposti una strategia web ha come finalità quella di acquisire la clientela ed ovviamente di convertirla in reali clienti che acquistino beni e servizi. Di conseguenza, aumentano anche i guadagni.
  • Creare il brand online e renderlo più popolare. Un altro fattore importante è quello della creazione di una brand reputation che consenta di rendere il brand più popolare che mai e di conseguenza di farlo conoscere ad un grande numero di persone. Come si può intuire, creare clientela, rafforzare il brand ed aumentare le vendite sono concetti strettamente collegati e che si alimentano fra loro, e sono l’obiettivo finale del web marketing.