magliano in toscana

Nel cuore della Maremma toscana si trova Magliano, un piccolo gioiello tutto da scoprire. Come vedremo, ci sono tanti e validi motivi per visitare Magliano se si ha in programma un viaggio o un weekend in Toscana. Sì perché all’interno della cinta muraria, non distante dal mare, si fa un tuffo nell’archeologia, nell’arte, ma anche nella natura. Con una superficie pari a circa 250 km², Magliano vanta varie tipologie di territorio, si va dalle colline alle valli pianeggianti, dai torrenti al mare. In poche parole, ce ne è per tutti i gusti!

Partiamo dalle mura, che costituiscono già esse un’attrazione molto interessante. La cinta muraria è ancora oggi quasi del tutto completa, caratteristica comune a poche altre fortificazioni nel maremmano, il suo stato di conservazione è dunque più che apprezzabile. Il tutto è dovuto anche alle due ristrutturazioni, una si è avuta intorno alla metà del ‘400 ed un’altra in tempi più recenti, nel 1999. La sua opera di realizzazione ha abbracciato più secoli, si va infatti dal XIII al XV secolo.

Un ottimo modo per cominciare la visita del paese è percorrere la cinta muraria ed entrare ed uscire dal borgo attraverso le tre porte: Nuova, San Martino e San Giovanni. Le tappe fondamentali di questo primo tour sono Corso Garibaldi, Piazza della Libertà, palazzo dei Priori, chiesa di San Martino, palazzo di Checco il Bello e pieve di San Giovanni Battista.

Così come la cinta muraria di Magliano, anche le chiese e le architetture qui menzionate appartengono ad ere e stili differenti. Ecco per esempio che il palazzo di Checco il Bello risale al ‘200 ed ha una facciata in stile gotico, mentre nella chiesa, o pieve, di San Giovanni Battista si sposano lo stile rinascimentale e lo stile gotico. Quindi, pronti a spostare il naso all’insù per non perdere alcun dettaglio e pronti a scattare tante foto!

Cosa vedere vicino a Magliano

Se in un giorno è possibile visitare il cuore del borgo di Magliano e degustare i suoi sapori tipici nei tanti locali che si trovano nel centro storico, un altro giorno si può dedicare alle vicinanze di Magliano, perché anche a poca distanza da Magliano ci sono cose da fare e da vedere. Un esempio? Le necropoli risalenti al periodo etrusco: è qui possibile visitare delle tombe dei periodi che vanno dal VII al VI secolo a.C. Consigliamo tuttavia di prenotare un’eventuale visita dal Museo Archeologico durante la visita del borgo di Magliano. Il museo si trova in Corso Garibaldi!

Un’altra tappa potrebbe consigliata è l’abbazia di San Bruzio, che si trova in campagna, a meno di 3 km al di fuori delle mura di Magliano. La struttura è in decadimento, è più corretto parlare a tal proposito delle rovine dell’abbazia di San Bruzio, tuttavia si intuisce lo splendore originale dell’abbazia, che ancora oggi emana un grande fascino.

Sempre fuori dalle porte di Magliano non si può non scattare una foto all’Ulivo della Strega, un ulivo che conta oggi più di 3500 anni e che durante il Medioevo era teatro di riti e cerimonie pagane, cosa che gli è valso il nome!