Il trasporto di un’auto non è un’evenienza così remota come si può credere: soprattutto al giorno d’oggi in cui il web connette il mondo, la necessità di ricevere un’auto comprata lontano o di recuperare un’auto in panne, o magari di consegnare un’auto d’epoca a un’officina specializzata è tanto concreta quanto plausibile. Se stai leggendo questo articolo, probabilmente anche tu sarai nelle condizioni di dover spedire o trasportare un’auto, e vuoi saperne di più. Ecco dunque qualche informazione su possibilità di trasporto, prezzi e consigli.

Iniziamo con il trasporto auto in treno: è possibile?

Se fino a pochi anni fa Trenitalia permetteva di spedire la propria auto in treno, adesso questo servizio non è più attivo, almeno sul territorio italiano. Dal 2011 infatti la compagnia di bandiera ha abbandonato il servizio, che però resta attivo in piccolissime aree italiane, ed è eseguito da altre compagnie; parliamo:
1 – dell’azienda ferroviaria austriaca ÖBB-Personenverkehr AG – che offre un servizio di carico/trasporto/Scarico di auto e moto nella tratta Vienna / Livorno Centrale e ritorno;
2- della società svizzera SBB CFF FFS che, sempre in un’ottica di andata-ritorno, offre il servizio di spedizione di automobili e veicoli sul treno che va da Iselle a Briga, al traforo del Sempione.
Generalmente, però, possiamo affermare che il trasporto di automobili in treno non è un servizio più effettuato, per cui non esistono tariffe.

Trasporto classico su ruota: come avviene? E quali sono i costi?

Il trasporto di auto e veicoli in generale, quello classico, l’intramontabile, resta su ruota. Il mezzo prediletto è la bisarca, o cicogna, autocarro a due piani che, di dimensioni variabili, sposta un numero considerevole di vetture. I costi del trasporto auto sono generalmente legati al trasporto su gomma, e sono influenzati da una gamma di variabili di cui è bene tenere conto nel momento in cui si decide di spedire la propria vettura.
Quali sono queste variabili? Ad esempio, possiamo citare il fatto che l’auto sia o meno marciante; nel primo caso il prezzo del trasporto auto sarà minore, mentre la difficoltà di gestione e di collocazione di un’autovettura non marciante sulla bisarca, chiaramente ne alza il prezzo: in tal caso, caricare sulla bisarca la propria automobile col verricello, potrebbe comportare un aggravio nella spesa finale di 100-150€.
Sembra scontato dire, poi, che il prezzo di un trasporto o di una spedizione di un veicolo sia influenzato dalla distanza; nonostante ciò sia vero perché generalmente a distanza maggiore corrisponde spesa maggiore, è possibile imbattersi invece in prezzi migliori se ci si sposta su due città lontane piuttosto che su due piccoli centri un po’ più vicini l’uno all’altro. Questo per diversi motivi, primo fra cui la raggiungibilità del luogo ma anche la possibilità per il conducente della bisarca di rimettersi subito in marcia. Questo significa ad esempio che, se è possibile farsi consegnare l’auto presso uno svincolo autostradale che permette al camionista di fare meno strada e di ripartire subito per un’altra destinazione, potremo avere prezzi migliori.
Un’altra variabile che influenza il prezzo dell’auto – perché impatta direttamente sullo spazio presente in bisarca – è la dimensione dell’auto da spedire: maggiore è la dimensione, più alto sarà il costo da sostenere. Stesso discorso va fatto per il peso della vettura.
Un’altra variabile che può impattare fortemente sul prezzo finale del trasporto auto è legata alle date di ritiro e consegna del mezzo. Poiché le aziende di trasporto tendono a riempire le bisarche per ottimizzare gli spazi e soprattutto i costi di trasporto, è chiaro che hanno dei tempi variabili, non potendo contare sul medesimo numero di auto da caricare ad ogni trasporto. Questo significa che se avete date tassative per il trasporto, i prezzi dello stesso tenderanno ad aumentare; viceversa, una maggiore flessibilità del periodo di ritiro e consegna garantirà l’accesso a tariffe migliori.

Un trucco per risparmiare su spedizione o trasporto auto

Lo stavate aspettando? Ecco il trucco. O meglio, non c’è nessun trucco: ci sono solo delle realtà che si occupano di trasporto auto come Macingo.com (che vi citiamo perché il più utilizzato e recensito in Italia), piattaforme online che mettono in contatto professionisti del trasporto con la bisarca scarica (in genere per viaggi di ritorno) che, per riempire il mezzo, applicano sconti anche del 70% sulla tariffa ordinaria. Non male, eh?