In questa breve guida vedremo quali sono i sintomi, le cause e la cura dell’insufficienza renale, ma prima diamo una definizione generica sulla problematica in questione.
L’insufficianza renale è l’incapacità dei reni di continuare a svolgere il loro compito molto importante, ovvero quello di pulire il sangue da ogni tipo di scarto e allo stesso tempo equilibrare le sostanze saline nel sangue e gli acidi utili; altra cosa importante è la produzione di eritropoietina.
Tutti coloro che soffrono di insufficienza renale hanno un serio problema e devono attivarsi per poter ricevere le cure adeguate nel minor tempo possibile.
Esistono due tipi di insufficienza renale, quella acuta e quella cronica. La prima è curabile quindi non è irreversibile mentre la seconda porta seri problemi, è inarrestabile e quindi si può solo pensare di tenere sotto controllo il problema.

Sintomi

I sintomi che riguardano l’insufficienza renale, sia acuta che cronica, sono molteplici e più o meno gravi. Chi soffre di questo problema può incorrere in diarrea e vomito; perdita di peso; nicturia, ovvero la necessità di urinare molte volte durante la notte; sangue nelle urine; minzione frequente con urine chiarissime; minzione ridotta con le urine molto scure; difficoltà nell’urinare. Inoltre è presente un innalzamento del valore della creatinina nel sangue che è uno dei principali sintomi (maggiori informazioni su tale valore la trovi sul sito www.lineasalute.net).

Altri sintomi soni: l’ipertensione; urina schiumosa; disturbi del sonno; convulsioni; perdita dell’appetito; problemi di memoria; edema che colpisce gli arti inferiori; difficoltà nel concentrarsi; stanchezza e debolezza.
Nel dettaglio possiamo dire che i sintomi che colpiscono chi soffre di insufficienza renale acuta sono nausea; dolore al petto; convulsioni; confusione; sensazione di fatica; dispnea; sonnolenza; bassa produzione di urina.
Invece nei casi di insufficienza renale cronica si riscontrano i seguenti sintomi: crampi muscolari, spasmi, prurito, edema che colpisce gli arti inferiori, singhiozzo, ipertensione, dispnea e dolore al petto.

Cause

Ci sono molte cause che portano all’insorgere dell’insufficienza renale. Qui vedremo prima quelle dell’insufficienza renale acuta e successivamente parleremo delle cause di quella cronica.
Per quanto riguarda l’insufficienza renale acuta si possono riscontrare diverse cause, come le malattie del cuore; infarto del miocardio; incapacità epatica (riguardante problematiche inerenti al fegato); uso inadeguato di farmaci come ibuprofene, aspirina, naprossene e simili; ustioni gravi; reazioni allergiche; grave disidratazione; gravi emorragie; assunzione sbagliata di farmaci ipotensivi (quelli per la riduzione della pressione del sangue). Inoltre ci sono cause dirette ai reni, come l’infezione ai reni; creazione di colesterolo nei vasi sanguigni; mieloma multiplo; particolari malattie della pelle, la sclerodermia; una rara malattia del sangue, la porpora; intossicazione da metalli pesanti, da alcol e cocaina; infiammazione relativa ai vasi sanguigni. Anche varie patologie, come il tumore alla vescica; i calcoli renali; tumore alla prostata; coaguli di sangue nelle vie urinarie; tumore al colon.
Ora vediamo le cause dell’insufficienza renale di tipo cronico. Le malattie o condizioni che causano il problema possono essere, tra queste la glomerulonefrite; il diabete di tipo uno e due; ipertensione; infiammazione dei tubuli renali; rene policistico; reflusso di tipo vescico-uretrale e vari tipi di infezioni renali.

Cura

La terapia dedicata a chi soffre di insufficienza renale è di tipo causale, quindi è mirata alla cura delle varie cause che portano questo tipo di problema. Inoltre una terapia sintomatica si focalizzerà sul miglioramento delle complicazioni e dei vari sintomi. Altra forma di cura è la dialisi e sicuramente uno stile di vita più salutare.
Vediamo nel dettaglio la cura delle due tipologie di insufficienza renale.
Chi soffre di insufficienza renale acuta sarà portato ad eliminare le cause che hanno portato questa condizione fino a ripristinare le funzioni normali dei reni, attraverso il ricovero in ospedale. Saranno utilizzati farmaci specializzati, come diuretici, per eliminare le sostanze depositate impropriamente sui tessuti; saranno somministrati farmaci con l’obiettivo di regolare il livello di potassio nel sangue; indicati farmaci per il ripristino del calcio nel sangue.
Invece, la procedura adottata nei casi di insufficienza renale cronica è il trapianto di reni. Inoltre l’obiettivo principale è quello di rallentare la progressione della malattia. Il medico si occuperà della somministrazione di farmaci contro l’ipertensione e utili all’abbassamento dei livelli di colesterolo; altri farmaci adatti son quelli contro l’anemia; sarà data una terapia per proteggere le ossa da ogni tipo di frattura.