Il brontolio dello stomaco è un fatto risaputo e normale, succede a tutti. E succede in realtà sia prima di mangiare che dopo aver mangiato, quando lo stomaco dovrebbe esser pieno, o comunque appagato. Ma a differenza del primo caso, per il quale attribuiamo il motivo del brontolio alla fame, nel secondo caso rimaniamo con un punto interrogativo: perché lo stomaco brontola anche dopo i pasti?

Iniziamo con il dire che anche solo il pensiero del mangiare può provocare un brontolio, questo perché sentire l’odore del cibo, vederlo o anche solo immaginarlo dà uno stimolo immediato alla corteccia cerebrale, la quale a sua volta trasmette dei messaggi di tipo ormonale e nervoso allo stomaco. Sentendosi “chiamate” le cellule dello stomaco si mettono a produrre un quantitativo maggiore di succhi gastrici che appaiono a noi come brontolii. In poche parole, i gorgogli che sentiamo prima di pranzo o prima di cena sono avvisi, avvisi che ci dicono che lo stomaco è pronto per ricevere da mangiare.

Brontolii dopo i pasti: i motivi

I motivi per i quali lo stomaco brontola alla fine di un pasto possono essere molteplici e per stabilirne le cause occorre fare delle prove, eliminando per esempio alcuni cibi, ed eventualmente parlarne con il proprio medico curante se il brontolio crea anche fastidio perché potrebbe essere il sintomo di una qualche patologia. Generalmente possiamo dire che complici di questi eventi sono i pasti molto abbondanti e ricchi e le bibite gassate.

Sappiamo poi che ci sono alcune categorie di alimenti che di per sé rallentano la digestione ed altresì che favoriscono la fermentazione. Tra questi si menzionano i carciofi, le patate, le cipolle, i broccoli, i cavoli e i legumi in generale. Sapere di questa “fermentazione naturale” e riconoscere quali sono gli alimenti che nella propria individualità fanno far rumore alla pancia è utile per evitare di consumarli in occasioni importanti. Se per esempio si ha una riunione o un colloquio di lavoro nel primo pomeriggio, magari a pranzo si potrebbe evitare di mangiare tanto e/o di mangiare dosi abbondanti di legumi.

È bene sapere poi che la frutta a fine pasto può e non può aiutare la digestione, cachi e prugne in primis sarebbero da evitare in vista di un’occasione importante in quanto portano ad un aumento dei processi fermentativi. Per favorire il corretto assorbimento delle proteine ingerite durante un pasto sono altamente consigliate invece l’ananas e la papaya.

Come evitare il brontolio dello stomaco?

Seppur normale, lo stomaco che brontola è spesso fonte di imbarazzo. Controllarlo è pressoché impossibile, quel che si può fare quindi è evitare di avere lo stomaco vuoto per tanto tempo ed evitare altresì la formazione di aria in pancia. Le bibite zuccherate e gassate favoriscono infatti il gonfiore che potrebbe tramutarsi in brontolii. Ma anche la fame potrebbe causare dei rumori, ecco che sarebbe bene avere con sé sempre qualcosa da spilluzzicare quanto si cominciano ad avvertire i primi morsi della fame. Da evitare infine le chewing-gum che non sono delle spezza fame e contribuiscono sono all’aumento del gas tra stomaco ed intestino.