Come si sa, la porta blindata consiste in un serramento che svolge la normale funzione delle porte ma che in più impedisce anche tentativi di effrazione e di violazione dell’abitazione o del negozio, essendo rinforzata secondo diverse classi per resistere a tentativi di intrusione con e senza oggetti. La porta blindata quindi è particolarmente difficile da scassinare, tuttavia spesso a causa del loro metodo di costruzione e dei materiali usati non risultano molto gradevoli da vedere dal punto di vista estetico.

Ma chi l’ha detto che una porta blindata non può essere comunque esteticamente gradevole? Con la scelta del giusto pannello, è possibile ottenere un effetto estetico assai piacevole anche optando per una porta blindata di Massimo sicurezza. La scelta del pannello, comunque, va fatta tenendo conto di diversi elementi, come quello estetico ovviamente, ma anche l’isolamento termico oppure il rispetto della normativa. Tuttavia esiste una ampia possibilità di scelta sui migliori pannelli per porta blindata, ed è possibile optare fra soluzioni differenti a seconda delle proprie esigenze.

Il pannello consiste nella copertura che viene applicata sulla porta blindata rendendola a tutti gli effetti una graziosa porta che si sposa bene con il contesto abitativo e con la casa. Insomma, questo rivestimento rende molto più gradevole la vostra porta di sicurezza. L’offerta di pannelli oggi è davvero estremamente vasta e ce ne è per tutti i gusti, ma come scegliere quello migliore? Lo abbiamo chiesto agli esperti di EFM Legno, azienda che produce pannelli per porte blindate.

Come scegliere il pannello

La scelta del pannello per la porta blindata può essere effettuata sia per il rivestimento interno che per quello esterno, in questo ultimo caso ovviamente si deve trattare di un materiale che è dotato di particolare resistenza rispetto all’umidità ed alle eventuali intemperie. La scelta del rivestimento per la porta blindata comunque non è troppo difficile. Bisogna tenere in considerazione essenzialmente due fattori: lo stile del pannello, in primo luogo, ed in secondo luogo anche il materiale e le sue caratteristiche. Ovviamente è possibile anche scegliere diversi modelli con tecniche decorative differenti per armonizzarsi meglio con lo stile della casa.

I pannelli outdoor sono quelli pensati per ricoprire l’esterno della porta blindata e che stanno esposti, mentre quelli indoor sono interni alla casa.

Per la scelta del pannello da esterno, possiamo sentirci di sconsigliare il legno, che è un materiale molto bello esteticamente ma che effettivamente non dura a lungo se viene esposto alla neve, alla pioggia o all’azione del sole. Quindi o si procede ad una frequente cura e manutenzione del pannello di legno, oppure è meglio optare per materiali che resistono meglio all’escursione termica, come il PVC e l’acciaio. Anche i derivati del legno sono poco indicati per ricoprire l’esterno della porta blindata perché sono comunque poco resistenti, a meno che non si opti per materiali come HDF e MDF che siano stati trattati appositamente per resistere all’esterno. Il PVC, invece, è disponibile anche in un gradevole effetto legno e comunque è resistente e duraturo.

Il pannello esterno da porta blindata che dà su ambiente chiuso, come un ingresso, permette invece di optare per delle soluzioni più gradevoli dal punto di vista estetico fra cui anche il legno trattato.

 Il pannello interno della porta blindata

Il pannello interno della porta blindata invece offre una maggiore possibilità di scelta, fra cui anche il legno, dato che questa parte della porta blindata si rivolge all’interno della casa e quindi è molto protetta. Potete optare per legno massello, resistente e duraturo, ma anche legno laccato HDF, come anche vetro o metacrilato. Potete anche optare per un materiale particolare come il grès porcellanato, molto elegante.