Che cosa sono i prestiti cambializzati?

Quando si parla dei prestiti cambializzati s’intende una larga categoria di prestiti di vario genere. I requisiti per richiedere questo tipo di prestito nella maggior parte dei casi non sono affatto difficili da realizzare.

In questo articolo si vuole mostrare come ottenere prestiti cambializzati. A differenza di molti altri prestiti simili, quelli cambializzati non sono dei prestiti finalizzati. Pertanto, richiedendo un finanziamento di questo genere non vige il bisogno di specificare l’esatto motivo per cui tali prestiti vengono richiesti. A differenza di altri finanziamenti simili, questi prestiti vengono forniti ai clienti in dei tempi esclusivamente rapidi. Il rimborso avviene per mezzo delle cambiali che devono essere pagate con cadenza mensile alla data della scadenza. Ovviamente si tratta di documenti ufficiali che per essere validi devono essere firmati in ogni parte, preferibilmente indicando la banca d’appoggio. Il tasso d’interesse che viene applicato per questo genere di prestiti è costantemente fisso, come lo sono le rate. Volendo il cliente può comunque ritardare il pagamento di una o più rate… dopo essersi messo d’accordo con l’istituto di credito che ha erogato il finanziamento. Questo tipo di finanziamenti possono essere erogati non solo dalle banche, ma anche dalle finanziarie e persino dai privati. Gli importi richiesti sono variabili e la durata può raggiungere un massimo pari a 10 anni.

Chi può richiederli?

Questo tipo di finanziamento è aperto pressoché a tutti, ma hanno la corsia preferenziale coloro che non possono accedere ai normali prestiti emessi dagli istituti di credito per vari motivi. Per accedere al prestito cambializzato occorre comunque possedere alcuni documenti, tra cui il Trattamento di Fine Rapporto (fornito a titolo di garanzia) anche nel caso in cui si sia dei lavoratori dipendenti. Se questo tipo di contratto manca, il richiedente deve presentare un documento firmato da una terza parte, – un garante, – che si prenda la responsabilità di pagare le rate qualora si dovesse manifestare l’insolvenza da parte dell’intestatario del prestito.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei prestiti cambializzati?

Come ogni tipo di finanziamento, anche quest’ultimo ha dei propri lati forti e diversi punti deboli. Vediamo di capire quali sono. Innanzitutto, uno dei più grandi vantaggi sta nel fatto che si può accedere al finanziamento anche nel caso in cui si venga segnalati come dei cattivi pagatori e si finisca nella lista dei protestati. Difatti, i prestiti cambializzati appartengono alla categoria dei prestiti ai protestati: offrono una grande elasticità nel pagamento delle rate, in quanto le varie cambiali possono essere rinnovate di volta in volta. Come già accennato precedentemente, poco prima della loro scadenza si può posticipare la data di pagamento della cambiale… ma soltanto nel caso di un accordo tra la parte finanziatrice e quella finanziata. A questo si aggiunge una grande elasticità nei pagamenti vari. Tuttavia bisogna ricordarsi che posticipando sempre il pagamento si rischia di vedersi aumentati in maniera considerevole gli interessi, il che a sua volta può causare diversi problemi e disagi. Gli svantaggi sono che bisogna pagare proprio tutte le rate in una maniera estremamente precisa e veloce. Difatti, mancando una sola rata si può diventare dei protestati con tutte le conseguenze di questo caso. Una volta che si è protestati non si può accedere ad altri finanziamenti generici, ma solo a quelli pensati appositamente per i protestati. Per questo se non si è assolutamente certi di poter versare tutte le rate in maniera precisa è meglio evitare di usare le cambiali. Tra gli altri lati negativi occorre ricordarsi dei costi abbastanza elevati rispetto a un finanziamento normale per via degli interessi e delle spese iniziali. Per accedere a questo tipo di prestito, difatti, bisogna essere pronti a spendere non poco solo per avere la possibilità di accesso allo stesso. A tutto questo si possono aggiungere altri requisiti e delle spese accessorie non previste in tutte le condizioni generali e persino variabili da banca a banca.