LAGO DI TOVEL

Nonostante non abbia più quella particolare caratteristica che lo ha reso famoso, vale a dire il colore rosso delle sue acque, il lago di Tovel è ancora oggi meta ambita di una moltitudine di persone con interessi diversi. Sì perché non si raggiungono i 1178 metri di altitudine solamente per godere di un panorama spettacolare da immortalare in scatti fotografici e riprese video, ma anche per goderne a pieno attraverso escursioni di trekking, pedalate in sella o sessioni di pesca.

Inserito nel cuore delle Dolomiti, per la precisione nel Parco Naturale dell’Adamello Brenta, in Trentino, esso offre numerose attività per staccare la spina. Ecco che rappresenta la meta ideale anche semplicemente per rilassarsi o fare un picnic, se la stagione lo consente.

Quando visitare il lago di Tovel

Ogni stagione ha le sue peculiarità ed il lago di Tovel cambia nel corso dell’anno, si tinge di sfumature diverse, preservando sempre il suo fascino naturale. Non c’è quindi un momento migliore per visitare la zona, quel che conta è ciò che si intende fare. Si deve sapere che oltre ad essere il lago più grande del già citato parco, è anche uno di quelli balneabili. Si può quindi fare un bagno nelle sue acque fresche quando le temperature sono elevate. Va da sé che questo tipo di attività è tipicamente estiva ed è quindi sconsigliata, se non proprio impossibile, durante la stagione invernale.

Come arrivare al lago di Tovel

A proposito poi della stagione invernale c’è da dire che sussistono delle variazioni al percorso per raggiungere il lago di Tovel in macchina. Questo semplicemente perché la strada principale viene spesso chiusa per rischio valanghe. In genere, il transito viene consentito a partire dalla primavera, la data ufficiale di apertura viene comunicata sui siti ufficiali della Val di Non. Tuttavia in estate e quando la strada è aperta al traffico, esso è comunque regolato e per raggiungere il sito di interesse è previsto un servizio navetta.

Prendendo la strada provinciale numero 73 e proseguendo per la numero 14 della Val di Tovel si possono raggiungere 3 località in cui sono previsti dei parcheggi a pagamento e servizi navetta, il cui costo è compreso nel prezzo del parcheggio. Stiamo parlando di Cles, di Tuenno e di Capriolo.

I vari prezzi ed orari sono anch’essi pubblicati ed aggiornati costantemente sui siti ufficiali, quindi per un’organizzazione quanto più perfetta e precisa si consiglia di consultarli in anticipo così da non dover aspettare un tempo eccessivo tra un bus ed un altro. Il numero di corse giornaliere varia infatti in base all’alta o bassa stagione.

Ma i veicoli a motore non sono gli unici mezzi con il quale arrivare! Si possono usare le due ruote, vale a dire la bicicletta o, ancora, arrivare con una bella camminata a piedi. Anche in questo caso si può partire da Capriolo e prendere il sentiero delle Glare che è ben segnalato e ricco anch’esso di panorami spettacolari, costeggia infatti la valle vicino al torrente Tresenica. Per gli amanti del trekking segnaliamo che è possibile partire ancora più giù e fare dunque un percorso maggiore per arrivare al lago di Tovel, raggiungendo Capriolo dalla galleria di Terres.