La gestione di uno studio medico può essere abbastanza complicata, ed è una situazione che spesso non viene valutata adeguatamente.

Grazie alla scelta di un software adatto, però, gestire tutti gli appuntamenti ed il lavoro quotidiano dello studio diventa più semplice e si eliminano dimenticanze ed errori. Il software di gestione di un’attività professionale consiste in una scelta importante, dato che è un investimento economico spesso consistente e col quale bisogna lavorare per anni. Bisogna quindi assicurarsi di fare la scelta giusta per poter optare per un sistema che aiuti e supporti in modo adeguato la gestione di tutte le necessità e le esigenze effettive e specifiche dello studio (che potrebbero essere diverse a seconda della grandezza dello studio medico, delle attività, del numero di personale e via dicendo). Quindi, come avviene anche in altri ambiti produttivi, è importante cercare di gestire al meglio lo studio medico tenendo conto delle caratteristiche del software gestionale che si sceglie. Oggi come oggi fortunatamente siamo di fronte ad una scelta molto più ricca, ci sono tante possibilità e ci sono moltissimi sistemi che sono disponibili su sistemi operativi differenti, che hanno un aggiornamento rapido ed efficiente, che possono essere usati anche da mobile e che sono funzionali (ad esempio come il gestionale che trovate a questo link https://www.tgspeedy.it). Ma come si sceglie al meglio il software specifico per uno studio medico?

Scegliere il software di gestione migliore: come fare?

Anche se il mondo medico si è approcciato al tema dei software di gestione in ritardo rispetto alle attività commerciali ciò non significa che i software di gestione non comportino dei grossi vantaggi per poter organizzare al meglio il lavoro.

Negli ultimi anni in conseguenza ad una più massiccia opera di diffusione della cultura informatica anche in ambito medico, i professionisti sanitari si sono adeguati ed abituati ad usare i software di gestione e non solo.

Innanzitutto un ottimo software di gestione deve essere intuitivo, dotato di interfaccia semplice e pulita per facilitare le ricerche ed evitare confusioni e perdite di tempo. Deve avere la possibilità di scrivere delle note e appunti personali, in modo da poter migliorare il lavoro del medico.

Vediamo quali sono le caratteristiche che un software di gestione deve necessariamente avere.

  1. Capacità di gestione del paziente. Un software di gestione di buona qualità in primo luogo deve dare la possibilità di gestire bene e in modo semplice i dati del paziente, in modo che il professionista possa sempre avere tutto sott’occhio. Parliamo della raccolta dei dati anagrafici, nome e cognome data di nascita ma anche i dati sanitari (gruppo sanguigno, anamnesi, medico di famiglia, dati famigliari, fotografie).
    Ovviamente il software di gestione deve anche essere in grado di stampare consensi informati aggiornati alle normative in vigore, perché i dati personali possono essere raccolti, conservati e trattati solo per mezzo del consenso del paziente. L’applicativo deve anche essere sicuro e dotato di password per impedire a terzi di accedere a questi dati.
  2. La gestione dell’anamnesi del paziente. Un altro fattore importante che il software di gestione deve avere consiste nella gestione del paziente, cioè della anamnesi della sua storia medica e di salute. Essa dovrebbe essere chiara e completa, la scheda del paziente dovrebbe contenere indicazione degli interventi, farmaci prescritti, storia clinica e via dicendo in modo che il professionista possa avere presente in un colpo d’occhio la storia clinica del paziente.
  3. Terapie. Il software di gestione deve essere in grado di gestire anche la scheda della terapia e della prescrizione, in modo da poter avere tutti i dati precisi senza sbagliare  senza confondersi. Deve mostrare anche i farmaci che lo studio ha effettivamente in gestione.