Per individuare la giusta offerta economica, quando ti trovi a vendere online devi considerare vari approcci di determinazione dei prezzi.
Solo considerandoli tutti, la tua attività sarà più efficiente, redditizia e sostenibile a lungo termine.

Perderai clienti se il prezzo dei tuoi prodotti è troppo alto, mentre, se il prezzo è troppo basso, i tuoi margini di profitto diminuiranno e potresti dare l”impressione che i tuoi prodotti siano di scarsa qualità.

Studi di settore hanno determinato i principali motivi che portano le persone a visitare un sito di e-commerce.

  • 61% per confrontare i prezzi,
  • 23% di partecipare a promozioni,
  • 41% cerca i coupon.

Dunque, in primo luogo, le persone cercano buoni prezzi e quando notano che un negozio offre coupon o offerte, allora visitano il sito web.
L”acquirente online medio visita almeno 3 siti Web prima di effettuare un acquisto.

Strategia basata sui costi

La determinazione dei prezzi basata sul costo è un metodo di determinazione del prezzo in cui una quantità fissa o una percentuale del costo totale viene aggiunta al costo del prodotto per determinarne il prezzo di vendita.
Per fare prezzi basati sui costi, ci sono due aspetti principali che devi considerare: costi e margini.

Per calcolare i costi dei prodotti, è necessario includere i costi di acquisto (o di produzione) e quelli di promozione.
Non devono essere trascurati nemmeno aspetti come l”importo speso per la propria formazione ed esperienza, costi dovuti ad affitto ed attrezzature.

Veniamo ai margini. Come sai quanto davvero dovresti guadagnare? Ipoteticamente “molto”, ma l”offerta dev’essere anche interessante per gli acquirenti. Il che ci porta al secondo approccio.

Strategia focalizzata al mercato

Si tratta di basare la formulazione del prezzo sul mercato e sulla concorrenza.
Con oltre dieci milioni di e-commerce nel mondo, non puoi pensare di affidarti unicamente a prezzi basati sui costi.
Devi perciò confrontarti con i tuoi concorrenti, attraverso uno strumento di monitoraggio dei prezzi, che ti fornirà dati sui prezzi e sull’assortimento della concorrenza, senza dover visitare tutte le pagine dei loro prodotti ogni giorno.

È sempre una buona idea capire cosa offrono i concorrenti e a quale prezzo. Puoi fare una valutazione basata sulla concorrenza e aumentare o diminuire i tuoi prezzi.

Strategia orientata al consumatore

Questa volta si aggiustano i prezzi in base al valore percepito o stimato del prodotto o del servizio al cliente.
Per effettuare ciò è necessario avere una comprensione dei propri clienti. Devi profilare il tuo target e ricostruire tutte le buyer persona che ritieni siano interessate al tuo prodotto.

La verità è che la maggior parte dei clienti di oggi sono cacciatori di offerte. Almeno che non ci si trovi nel settore del lusso. In questo caso devi concentrarti sul miglioramento del tuo brand, posizionandolo correttamente. Il lavoro intorno al marchio dev’essere un’attività da svolgere a prescindere dal settore, anche quando si gestisce un’attività di rivendita. Elementi come affidabilità del servizio, garanzie offerte ed esperienza nel selezionare la merce adatta al proprio target, sono punti dai quali non si può prescindere.

Altri tipi di strategia

Esistono altre tecniche da mettere in pratica per perfezionare la propria offerta al cliente. Puoi leggere un approfondimento sulle strategie dei prezzi per gli e-commerce, dove vengono vagliati anche approcci basati sul neuromarketing e suggerimenti riguardanti i prezzi di spedizione.

Immagine fornita da freepik.com.