japani-tokio-temppeli-geishat-ss_800x525

Ecco cosa fare e cosa visitare

Devi sapere che Tokyo, la capitale nipponica, è divisa in 23 quartieri, ed ognuno di esso ha delle peculiarità, perciò prima di partire sarà utile stilare i tuoi punti d’interesse.

Ipotizzando di consigliare ad un amico cosa fare e cosa vedere a Tokyo in tre giorni, ecco i nostri consigli!

Tokyo, il primo giorno.

Il primo giorno sarà sicuramente “sconcertante”, la lingua diversa, il fuso orario, gli spostamenti caso arriviate dall’aeroporto… ecco il primo giorno, vero, sarà il secondo giorno! Abbiamo detto di consigliare ad un amico cosa fare: “Caro amico/a, quando arriverai a Tokyo, da Haneda o ancor più da Narita, sarai abbastanza spaesato e stanco, cerca scopri i dintorni dell’hotel, mangia qualcosa di leggero e va a letto presto, ti aiuterà con il jet-lag!”

Dunque, considerando il secondo giorno come fosse il primo, ecco cosa vi consigliamo di non perdere assolutamente a Tokyo!

La mattina potreste passarla vivendo il profumo dell’antica Tokyo, per le vie di Asakusa, dove il tempio Senso-Ji offre incredibili scorci per le foto.
Nakemise Dori, la via che porta al Kaminarimon sarà perfetta per acquistare i vostri souvenir dal Giappone. Sempre nel complesso del Senso-Ji potrete approfittare dei banchetti di street food (soprattutto durante i matsuri e nei week end) per provare il cibo da strada giapponese.

Vicino alla zona del Senso-Ji si trova anche il fiume Sumida, come punto di riferimento, prendete la Tokyo Sky Tree, ecco per arrivare alla torre dovrete passare il Sumida River… Fra le attività che consigliamo a chi ha a disposizione più tempo c’è sicuramente la crociera con gli avveniristici battelli.

Dopo Asakusa, in metropolitana potreste raggiungere Ueno.

Arrivando alla Ueno Station verso l’ora di pranzo, potreste pensare di banchettare in un caratteristico ramen-bar o perché no fare un take away da un combini.

Ueno è una zona di grande passaggio, dalla stazione partono molti Shinkansen per ogni parte del Giappone, è facile capire che ci sono tantissime persone che si affollano nelle ore di punta, per questo consigliamo di visitarla verso le tarde ore della mattina o della sera.

Lo zoo è una delle attrazioni che consigliamo, oltre agli animali, curati e coccolati, sono presenti diversi musei interessanti, come quello della scienza e della tecnica.
Per gli amanti dello shopping, o per chi non ha fatto acquisti ad Asakusa, Ameyoko è una zona dove poter trovare veramente ogni cosa!

Verso l’imbrunire consigliamo di prendere la metropolitana in direzione Odaiba dove il tramonto sul Rainbow Bridge vi lascerà senza fiato. Ad Odaiba è presente anche il nuovissimo museo Mori Digital Art Museum ( consigliabile la prenotazione sul sito ufficiale) e la famosa statua del Gundam.

Dal passato al futuro: benvenuti a Tokyo

Dopo il secondo giorno, passato a scoprire meraviglie sostanzialmente “del passato”, il terzo giorno consiglieremmo di iniziarlo nel “futuro” visitando Akihabara, l’electric Town di Tokyo!

Ad Akihabara potreste perdervi fra i negozi di manga, anime ed action figures… Anche gli appassionati di elettronica troveranno interessanti modi per passare qualche ora, magari in uno dei tanti negozi che offrono prodotti di seconda mano ad un prezzo super competitivo!

Prima di pranzo consiglieremmo di “tornare” nel presente, spostandovi in metropolitana verso la zona del Palazzo Imperiale di Tokyo, non prima di aver ammirato la splendida costruzione della “Tokyo Station” famosissima per lo stile architettonico in mattoncini rossi.

Il pomeriggio può proseguire nei giardini del Palazzo Imperiale dove la cura del dettaglio è quasi maniacale, ed è “impossibile” trovare una cartaccia o un mozzicone di sigaretta fuori posto. Verso sera potreste spostarvi in metro, o a piedi vista la distanza di un paio di chilometri, verso una delle zone più esclusive di Tokyo: Ginza!

A Ginza gli amanti del bello avranno di che vedere, e comprare, portafogli permettendo! Le grandi maison fanno a gara per avere il grattacielo più alto, bello ed appariscente!

In questo quartiere, dove il bello ed il lusso sono di casa, è consigliato pranzare, la cena è solitamente molto molto costosa.

Ultimo indimenticabile giorno a Tokyo

Come ultimo giorno avremmo pensato ad un tour all’insegna dello stupore: Shibuya, Yoyogi-Gioen e Roppongi.

La mattina potrebbe iniziare con una “colazione con vista” dal primo piano dello Starbucks caffè di Shibuya! Da qui si ha una bella vista (ed inquadratura) sull’incrocio più famoso al mondo. Terminata la colazione, una visita alla statua del vero Hachiko è d’obbligo, pensando che è solo dall’altra parte della strada.

A Shibuya ci sono decine di cose da fare, evitate però la zona di sera, diventa estremamente caotica.

Prendendo un taxi o ancor meglio a piedi, potreste raggiugnere la zona di Harajuku, famosa per la Takeshita Dori, e proseguire per lo Yoyogi- Gioen il parco in cui potrete ammirare il maestoso Meiji Jinju.

A seguire potreste prendere la metro fino a Roppongi.
Anche Roppongi è un quartiere “in”, più moderno di Ginza, ha dalla sua la presenza del Mori Building, un punto d’osservazione incredibile sulla città. Se avrete voglia di salire fin sul tetto, nelle giornate più limpide sarà facile vedere il sontuoso monte Fuji.

La sera Roppongi è caotica e molto “orientata al turista”, sconsigliamo di visitarla a meno che non siate interessati a club e discoteche.

Se ancora non avete scelto il vostro itinerario o se voleste approfondire, vi consigliamo questa pagina sulle cose da vedere in Giappone pubblicato da girastyle.com, sito web di un appassionato viaggiatore, con inconfondibile amore per questo paese.